Come funziona il test antidroga con la Saliva

In questo nuovo approfondimento parleremo dei test antidroga che utilizzano come campione d’analisi la saliva. In particolare, cercheremo di capire come effettuarlo, che cosa si può rilevare tramite questo rapido esame e quali sono le specifiche differenze nei confronti degli altri test.

Tanto per iniziare, va sottolineato il fatto che la Polizia Stradale nel nostro paese utilizza questo metodo per rilevare se un guidatore ha fatto utilizzo di sostanze stupefacenti. Quindi in caso di fermo al posto di blocco in circostanze particolari, si verrà sottoposti ad un test antidroga per la saliva, chiamato in questo specifico caso Drogometro.

Test Antidroga con la saliva: cosa sono

Sono dei test rapidi per l’individuazione simultanea di più droghe e loro metaboliti
nella saliva umana. E’ un test antidroga considerato di prescreening.

Come abbiamo visto, si definiscono tali quei test che danno una prima idea generale sull’utilizzo di un ampio spettro di sostanze proibite ma che possono dare alcune volte i cosiddetti falsi positivi ed hanno pertanto bisogno di una controprova specifica in laboratorio. Per questo motivo non si tratta di un test precisissimo, anche se i dati mostrano che il test antidroga per la saliva è affidabile nel 60% circa dei casi. 

Come funzionano

Questa tipologia di test fa uso della saliva e può essere eseguito tranquillamente a casa senza bisogno di particolare strumentazione. Il test si serve di anticorpi monoclonali per individuare selettivamente elevati livelli di specifiche droghe nella saliva umana. Si basa sul principio del legame competitivo. Le droghe che possono essere presenti nel campione di fluido orale competono contro i rispettivi coniugati per i siti di legame sull’anticorpo specifico.

Durante il test una droga, se presente nel campione di fluido orale analizzato al di sotto della soglia limite, non si legherà con l’anticorpo e comparirà una linea colorata visibile nella zona del test per la specifica droga testata.

La presenza della droga invece al di sopra della soglia limite saturerà i legami con l’anticorpo e la linea colorata non si formerà nella zona del test.

A scopo di controllo procedurale, comparirà sempre una linea colorata nella zona di controllo, ad indicare che è stato versato un volume corretto di fluido e che il test è stato eseguito nella maniera corretta.

Il test contiene strisce di membrana ricoperte con coniugati droga-proteina sulla linea del test, un anticorpo policlonale coniugato oro-proteina sulla linea di controllo, e un tampone imbevuto che contiene particelle oro-colloidali ricoperte con anticorpo monoclonale specifico per Amfetamina, Metamfetamina, Cocaina, Oppiacei.

Quando usarli e finestra temporale

Questo tipo di esame ha una controindicazione importante: si tratta di un test con finestra temporale estremamente ridotta. Le sostanze proibite vengono rilevate esclusivamente nell’immediato e più nello specifico entro un paio d’ore dal loro utilizzo. Se l’assunzione è avvenuta più di dodici ore prima o addirittura il giorno precedente al test, esso non rileverà nulla. Questo spiega il suo uso da parte delle forze dell’ordine, che lo utilizzano proprio per scoprire l’eventuale uso di sostanze stupefacenti quando una persona viene fermata in chiaro stato di alterazione, sottoponendo immediatamente il sospettato al test per dare una prima conferma agli iniziali sospetti.

 

Cosa Rileva

Il test antidroga compiuto su campioni di saliva riesce a rilevare tutte le sostanze più proibite note e utilizzate. Nello specifico:

  • Anfetamine
  • Metanfetamine
  • MDMA
  • MDA
  • MDE/MDEA
  • LSD
  • Cocaina
  • Oppiacei.

Un discorso a parte va però fatto sul THC dato che questo elemento non viene infatti rilevato tramite il test sulla saliva, o per lo meno non da tutti i kit in commercio. Attenzione però al Drogometro della Polizia Stradale: questo semplice test precursore in dotazione alla Polizia Stradale è infatti ben capace di rilevare anche i cannabinoidi, e lo fa tra l’altro con grande efficienza. Tenete a mente che riesce a rilevarne tracce negli utilizzatori non occasionali anche dopo diversi giorni dall’utilizzo anche saltuario.

Istruzioni per l’uso

Prima di iniziare ricordarsi di portare il test a temperatura ambiente e avere cura di non inserire in bocca almeno per i 10 minuti prima della raccolta né cibo, né bevande e non fumare.

Fatto questo aprire la confezione e utilizzarla entro un’ora. Rimuovere il cappuccio ed inserire il tampone in bocca, sotto la lingua per raccogliere la saliva. Farlo fino alla comparsa della linea di controllo. Dopodiché estrarre il tampone. Porlo su una superficie piana e leggere i risultati dopo 10 minuti. Non superare l’ora di tempo per la lettura dei risultati perché non saranno più attendibili. 

Interpretazione dei risultati

Trascorsi 10 minuti dal test potranno comparire 3 risultati: positivo, negativo o nullo.

In caso di risultato positivo che indica che la concentrazione di sostanze proibite stupefacenti è oltre la soglia limite, comparirà una linea colorata nella zona di controllo ma nessuna linea nella zona di test.

Se invece il risultato è negativo, cioè non sono state rilevate concentrazioni di sostanze oltre la soglia limite, nel test comparirà una linea colorata nella zona di controllo e una linea colorata nella zona di test. La linea colorata potrà assumere diverse tonalità a seconda del grado di concentrazione. Ma ciò che conta è che anche una linea poco marcata significa che il test ha dato un esito negativo.

Il terzo risultato che può dare il test è quello nullo. Questo si evidenzia quando sia la linea di test che di controllo non danno alcuna linea colorata. In genere si verifica quando è stato utilizzato una percentuale molto bassa di campione o c’è stato un errore nella procedura. In questo caso rileggere le istruzioni e rifare il test con un nuovo dispositivo. 

Test Antidroga sulle superfici: vantaggi

Il fattore pratico è assolutamente il punto di forza del test antidroga sulla saliva. Si tratta di test per niente invasivi, facilissimi da utilizzare ed anche molto economici. Questi prodotti si trovano infatti in Farmacia diverse tipologie di questi particolari Kit e solitamente non costano più di venti euro. Il loro utilizzo è poi davvero a prova di tutti: basta utilizzare la cartina sulla e farla interagire con il campione di saliva per avere il responso nel giro di appena cinque minuti.

Conclusioni

Stiamo parlando di un test antidroga che, sebbene sia efficace solo al 60%, è assolutamente non invasivo, economico ed è talmente pratico che si può effettuare praticamente ovunque, anche in mezzo alla strada quando fermati dalla Polizia. Per questo motivo tra quelli fai da te è il più consigliato ed utilizzato in assoluto. I kit sono disponibili sia online che in Farmacia completi di tutto, istruzioni comprese.

BIBLIOGRAFIA:

Moolchan: “Saliva and Plasma Testing for Drugs of Abuse: Comparison of the Disposition and Pharmacological Effects of Cocaine”, Addiction Research Center, IRP, NIDA, NIH, Baltimore, MD. As presented at the SOFT-TIAFT meeting October 1998.

Schramm: “Drugs of Abuse in Saliva: A Review,” J Anal Tox, 1992 Jan-Feb; 16 (1), pp 1-9.

Tags:

Testatutto
Logo
Enable registration in settings - general