Test antidroga Capelli

Il tipo di test antidroga che analizzeremo in questo articolo è senza alcun dubbio il meno conosciuto dei precedenti ma tuttavia ha delle qualità che lo rendono lo stesso attendibile. Il test eseguito sui capelli ha infatti alcuni punti di forza da non sottovalutare.

Quella di testare se una persona fa uso di sostanze proibite tramite i propri capelli, pur non essendo in ogni caso la tipologia di test preferita, presenta comunque dei vantaggi. Si tratta di un esame particolare che come abbiamo detto viene svolto sia in laboratorio che da casa tramite dei facilissimi kit acquistabili online e in farmacia. Il tipo di campione analizzato è molto affidabile e, pur essendoci il problema di particelle che possono annidarsi nei capelli, il risultato presenta una precisione quasi vicina al 100%.

Test Antidroga Capelli: cosa sono

Si tratta di un test immunologico cromatografico rapido per la rilevazione qualitativa di più sostanze e loro metaboliti nel capello. Fa parte della categoria dei test preliminari. Per la conferma dei risultati è consigliato sottoporsi ad un analisi con metodo chimico alternativo come può esserlo quello con il sangue. Il vantaggio di questo test sta nel fatto che i capelli possono dare informazioni sull’uso di sostanze proibite che non sono disponibili a lungo termine nelle analisi ad esempio delle urine o del sangue. Inoltre il campione di capello è facilmente prelevabile, trasportabile e conservato anche per lungo tempo. Il lento metabolismo delle sostanze nel capello fanno sì che sia uno dei test più attendibili.

Come funzionano

Durante il test la cheratina, la componente principale dei capelli si decompone a contatto con le molecole della sostanza da analizzare che rilascia lisato. Se la sostanza è presente nel lisato del capello al di sotto della soglie limite non ci sarà alcun legame con l’anticorpo. L’anticorpo reagirà e apparirà una linea colorata nella zona di test. Viceversa se all’interno del lisato del capello è riscontrata la presenza di una sostanza oltre la soglia limite, ecco si legherà con l’anticorpo e pertanto non apparirà alcuna linea nella zona di test. Oltre alla zona di test, è presente anche una zona di controllo dove apparirà sempre una linea a dimostrazione che il test è stato eseguito in modo corretto. Ogni linea di test contiene gli anticorpi antidroga.

Quando usarli e finestra temporale

Questo è forse il maggior punto di forza a disposizione e deriva completamente dalla particolare natura del campione analizzato. I capelli infatti crescono solitamente di un centimetro al mese e dunque, un campione di questi ultimi lungo cinque-sei centimetri può fornire dati approfonditi  ed accurati in una finestra temporale di ben sei mesi, molto maggiore dunque rispetto ad altri test che abbiamo avuto modo di vedere in queste pagine e che avevano una tempistica assai più limitata.

Cosa Rileva

Il test antidroga effettuato su un campione di capelli è in grado di rilevare la maggior parte delle sostanze non legali. Vediamo quali nello specifico:

MDMA
MDA
MDE
MDEA
Cocaina
Oppiacei
Benzodiazepina
Anfetamine
Metanfetamine

Sin qui insomma sembra che la scienza abbia trovato un test infallibile che non ha nessuna nota negativa ma in realtà non è proprio cosi. Il test antidroga per capelli, infatti, non è normalmente in grado di rilevare l’utilizzo di LSD e Canapa. Il THC, che si trova nella canapa, può accumularsi nei capelli ma non è possibile tramite il test stabilire se ciò sia dovuto ad un effettivo consumo del soggetto oppure se si tratta di fumo passivo che ha fatto depositare la sostanza tra i capelli del soggetto sotto test. Per rilevare la presenza dovuta al consumo sarebbe necessario un esame particolare che rileva tracce di acido carbossilico del THC, ma si tratta di un esame che non fa parte della routine e che deve essere condotto a parte in centri specializzati e spesso con costi aggiuntivi abbastanza elevati.

Istruzioni per l’uso

La prima cosa da fare è raccogliere il campione di capello. Questo dev’essere raccolto dal centro della testa vicino alla radice e conservato in un contenitore pulito e asciutto. Tagliare i capelli a piccoli pezzi di lunghezza non più di 3 cm e non meno di 1 cm. Prima di dare il via al test è importante che questi sia portato a temperatura ambiente. Aggiungere il buffer alla provetta di raccolta del campione contenente il catalizzatore in polvere e agitare uniformemente per preparare il lisato.

Aggiungere il campione di capelli al preparato per il lisato. Chiudere la provetta e agitare uniformemente per miscelare per bene campione e lisato. Lasciare agire il contenuto della provetta per 5 minuti e dopodiché prendere il kit a cassetta e posizionarlo su una superficie piana. Aprire la provetta e trasferire 3 gocce di campione nel pozzetto del test a cassetta. Attendere 5 minuti e leggere il risultato. Il risultato è attendibile fino a 10 minuti, oltre questo tempo non lo sarà più.

Interpretazione dei risultati

I risultati del test possono essere interpretati in 3 modi: positivo, negativo e nullo. Quando è positivo significa che sono stati riscontrati valori di sostanze proibite maggiori rispetto alla soglia limite prefissata. Il kit darà una linea colorata nella zona di controllo ma nessuna linea in quella di test. Viceversa se negativo, ovvero non sono state rilevate sostanze oltre la soglia limite, il test darà una linea colorata nella zona di controllo e una linea colorata anche nella zona di test. L’intensità della linea nella zona di test può variare ma in tutti i casi questi compaia, il test è sempre da considerare positivo. Se non compare alcuna linea né nella zona di controllo né in quella di test, il risultato sarà nullo. Questo accade se ci sono stati problemi tecnici o è stato usato un campione insufficiente. In questo caso il test va ripetuto con un nuovo kit stando attenti a leggere le istruzioni.

Test Antidroga su capelli: vantaggi

In termini di praticità, l’esame si attesta su ottimi livelli: o lo si effettua direttamente a casa in modo rapido e veloce senza bisogno di particolari attrezzature o bisogna semplicemente recarsi nel centro analisi, fornire un campione dei propri capelli ed attendere l’esito che di solito arriva nei due o tre giorni successivi. Il costo non è elevatissimo e si livella sugli stessi prezzi di normali test del sangue effettuati in laboratorio. Ovviamente se poi vogliamo avere esami più specializzati, in grado magari di rilevare l’effettivo utilizzo di una singola sostanza, il costo potrebbe essere maggioritario.

Conclusioni

Non un esame tra i più utilizzati e neppure tra i più economici se fatto in laboratorio, ma il test antidroga sul capello è senza dubbio uno dei più qualitativi ed in grado di avere una precisione del 100%. Solitamente questo tipo di test vengono commissionati dai datori di lavoro ai loro dipendenti o possono essere effettuati su soggetti fermati in stato di alterazione per accertare l’effettivo uso di sostanze proibite dopo un test di prescreening. Non mancano i genitori che prelevando un campione di capello magari dal cuscino effettuano il test per sciogliere i dubbi sul fatto che un loro figlio faccia uso di sostanze proibite o meno.

BIBLIOGRAFIA:

Eva Cuypers, Robert J Flanagan: The Interpretation of Hair Analysis for Drugs and Drug Metabolites”.

Tags:

Testatutto
Logo
Enable registration in settings - general