Come aggirare un test antidroga

Ormai i test antidroga, che siano fai da te o effettuati in laboratorio, sono diventati abbastanza comuni nella vita di tutti i giorni. Che sia per un nuovo lavoro o per un controllo della polizia, non è raro incappare in un test antidroga. Il più famoso forse è il cosiddetto “drogometro” utilizzato dalla Polizia Stradale quando ferma un guidatore che si sospetta abbia fatto recente utilizzo di sostanze stupefacenti. Ma esiste un modo per riuscire ad aggirare un test antidroga facendolo risultare negativo anche se si è fatto uso di sostanze proibite recentemente? La risposta è dipende. 

Come aggirare un test antidroga

È essenziale sapere che esistono vari tipi di test antidroga, e alcuni rimedi potrebbero non funzionare in alcuni casi. Non c’è solo il classico test delle urine, ma anche quello su saliva, capelli, sangue e superfici. Se volete essere sicuri di superare un esame, dovete sapere a quale sarete sottoposti, in modo da potervi preparare adeguatamente.

In questo modo indipendentemente dal test che dovete affrontare, potete mettere in atto alcune strategie che comunque, è bene sottolineare non hanno una percentuale di successo del 100%. Ma vale sempre la pena provare.

Test antidroga sul sangue

I test antidroga che utilizzano sangue come campione d’analisi hanno un’efficacia massima ed è dunque difficilissimo sfuggirvi. Tuttavia non sono mai test fatti al momento. Di solito viene fissata una data futura nella quale il soggetto dovrà presentarsi in laboratorio per il prelievo del campione da esaminare. Ed è proprio questa la “falla” che si può sfruttare. Supponiamo, ad esempio, che un futuro datore di lavoro imponga di superare questo test antidroga. La cosa più saggia da fare è sospendere l’utilizzo di qualsivoglia sostanza in modo da non lasciarne traccia il giorno del test. Inoltre, nel caso in cui il test sia fissato in tempi troppo ravvicinati all’uso di qualche sostanza, potrebbe essere intelligente cercare di posticiparlo il più possibile in modo da ridurre il rischio di risultare positivi.

Test antidroga sulle urine

Per tentare di aggirare un test antidroga sulle urine ci sono diversi stratagemmi casalinghi che si possono applicare. La prima consiste nel bere nelle 48 ore precedenti al test abbondante quantità d’acqua. Almeno 3 litri al giorno. Acquistate la radice d’uva Oregon, disponibile nella maggior parte dei negozi di prodotti biologici ed erboristerie. Dovete tritarla fino ad ottenere una polvere e berla insieme all’acqua. Il giorno del test di primo mattino assumete un integratore di vitamina B. La vitamina B conserverà il classico colore delle urine non facendo destare sospetti. 

Per chi fa uso di THC oltre allo stratagemma dell’acqua, è molto importante fare attività fisica. Questo perché il THC si accumula nelle cellule adipose. Facendo attività fisica e bruciando grasso si eliminerà anche il contenuto di THC. L’attività fisica va fatta in modo regolare per periodi lunghi, non bastano pochi giorni prima di sottoporsi al test. 

E poi esiste la soluzione drastica che è quella di evitare di consegnare il proprio campione di urina che sarà sicuramente positivo a qualche sostanza stupefacente. Si può o chiedere ad un amico che non fa uso di sostanze illegali di fornirvi un campione di urina o optare per urina sintetica. In questo caso bisogna procurarsi del fluido che contiene gli stessi prodotti chimici presenti nell’urina. Esistono numerosi kit in vendita sul web.

La difficoltà sta nel mantenere il liquido ad una temperatura quanto più simile a quella corporea. I migliori kit di urina sintetica venduti sul mercato sono dotati di una polverina da aggiungere nel liquido per riscaldarlo in pochi istanti. Ulteriore problema si può verificare se dovrai sottoporti al test in un’azienda che osserva da vicino il processo di prelievo. In questo caso bisogna optare per speciali kit che simulano l’atto della minzione. Ovviamente va fatta sempre un pò di pratica.

Test antidroga sulla saliva

Anche in questo caso esistono alcuni stratagemmi per cercare di far risultare negativo un test antidroga sulla saliva. La prima cosa che potete provare è bere molta acqua e succo di mirtillo nelle ore precedenti al test per depurare l’organismo. Optate sempre per un succo di mirtillo naturale e non industriale che contiene un numero limitato di mirtillo. 

Un altro rimedio che potrebbe dimostrarsi efficace è quello di assumere circa 3 ore prima del test aspirina. Questo farmaco potrebbe aiutarvi a far superare il test. La cosa importante è non assumerlo in anticipo. Ancora, consumare almeno per i primi 3 giorni prima grandi quantità di cibi proteici potrebbe aiutare a normalizzare i livelli di creatina nell’organismo. Carne rossa, pollo, qualsiasi cibo ricco di proteine andrà bene. Il metodo di cottura non avrà importanza.

Test antidroga sul capello

Il test antidroga del follicolo del capello è tra i più precisi che vi siano in circolazione ed è molto difficile non essere “scoperti” dato che riesce a rintracciare l’utilizzo anche nei mesi precedenti al test. In caso di test di questo genere, una buona soluzione è quella di tagliarsi i capelli: come infatti sappiamo, il capello cresce di 1 cm al mese e questo significa che vengono immagazzinate le informazioni dei mesi passati. Tagliando i capelli, si può drasticamente ridurre le probabilità che venga trovata qualche sostanza. 

In alternativa se consumate cannabis un valido rimedio potrebbe essere quello di lavare i capelli con del succo di limone. Questa miscela disintossica la vostra chioma, eliminando i residui della droga metabolizzata dall’organismo. Riempite una scodella con dell’acqua e lasciatela riposare tutta la notte. Il giorno dopo aggiungete del succo di limone e usatela per lavare la vostra chioma.

Oppure potreste lavare i capelli con del bicarbonato di sodio. Versatene un pò sul palmo della mano ed aggiungete qualche goccia di acqua per formare una pasta. Con questa miscela, che è un ottimo detergente naturale, massaggiate poi i capelli e il cuoio capelluto. 

Test antidroga sulle superfici

Si tratta del test più difficile da aggirare dato che non viene fatto in laboratorio ma può essere tranquillamente eseguito in qualsiasi momento senza preavviso. In questi casi non c’è alcuna possibilità di non essere scoperti se c’è stato un recente utilizzo di sostanze stupefacenti.

Conclusione

La miglior soluzione resta ovviamente quella di non assumere sostanze proibite dalla legge. Ma nel corso dell’articolo abbiamo comunque visto come esistano degli stratagemmi che possono aiutare a superare un test antidroga. Rimedi che vale la pena ancora una volta ricordare non hanno il 100% dell’efficacia su tutte le persone.

Testatutto
Logo
Enable registration in settings - general